News » Gruppo Habilita

News

Servizio di Pneumologia a Zingonia

20/10/2021
Info per il pubblico

Il servizio di Pneumologia di Habilita si arricchisce di nuovi strumenti e nuovi professionisti. Attualmente a Bergamo l’ambulatorio con il Dr. Giovanni Michetti è tra i più richiesti e apprezzati. Nel Poliambulatorio di Clusone è presente il Dr. Enrico Agostoni. Ora, visto il numero crescente di richieste provenienti dal territorio il servizio è stato attivato anche nella sede di Zingonia. A gestire questo ambulatorio ci sono il Dr. Rodolfo Guarnieri e la Dr.ssa Annamaria Villa. Abbiamo incontrato il Dr. Guarnieri per capire meglio in che cosa consista questo servizio. «Purtroppo, a causa delle infezioni da Covid, nell’ultimo anno e mezzo è cresciuta esponenzialmente la necessità di sottoporsi ad indagini di approfondimento per pazienti con problematiche successive a questa grave patologia. C’è da dire che la tipologia di malato che più spesso avrebbe dovuto già in passato avere l’attenzione di una valutazione pneumologica con indagini appropriate è composta da coloro che hanno affezioni croniche respiratorie spesso legate al fumo di sigaretta o per esposizioni professionali e che spesso sfuggono a queste attenzioni. Lo specialista pneumologo ha sempre cercato di porre un accento sulla necessità di appropriare il percorso ad una diagnosi corretta e di sensibilizzare la popolazione (soprattutto di coloro che fumano o che hanno anche una blanda patologia respiratoria) sulla necessità di visite approfondite. È quindi importante un orientamento di tipo funzionale, vale a dire come funziona l’apparato respiratorio di soggetti che per problemi di tosse, ricorrenze di bronchiti, sensazioni di mancanza di respiro per circostanze che in passato non erano state avvertite, possono essere indagate in maniera corretta con un esame di funzionalità respiratoria».

Nell’ambulatorio di Pneumologia di Zingonia cosa è possibile fare?

«Il servizio di fisiopatologia respiratoria attivato a Zingonia – prosegue il Dr. Guarnieri – prevede naturalmente una valutazione clinica, fondamentale nei soggetti con il sospetto (o la certezza) di patologia respiratoria a cui segue una valutazione funzionale attraverso l’utilizzo di strumentazioni che permettono di capire come l’apparato respiratorio sia in grado di svolgere le proprie funzioni correttamente. Qui a Zingonia è presente una strumentazione di ultima generazione in grado di valutare diversi parametri legati a differenti patologie che offre un’ampia gamma diagnostica, garantendo quindi una maggior precisione nell’individuare eventuali problematiche».

Quali sono le patologie che vengono riscontrate più frequentemente? 

«Possiamo individuare patologie ostruttive come l’asma bronchiale, oppure la BPCO che comprende un’ampia gamma di malattie con manifestazioni che vanno dal bronchitico cronico piuttosto che enfisematoso, quindi malattia invalidanti. Ci sono poi patologie più rare dovute a postumi di infezioni gravi come polmoniti post Covid, nonché tutta la gamma di malattie che generano difficoltà di tipo respiratorio».

Quale indicazione avete nel trattamento dei pazienti post Covid? 

«Nei soggetti che hanno superato la fase acuta del Covid spesso si presentano sintomi residui. Dal punto di vista specialistico pneumologico è importante specificare con attenzione quando la dispnea (presente solitamente nell’80% di coloro che hanno avuto il Covid in forma grave) sia legata ad un danno polmonare e quindi a un problema di tipo funzionale, piuttosto che riconducibile a sintomi a lungo termine (chiamata anche Long Covid Syndrome)».