CONSIGLI UTILI PER LA DIETA ESTIVA

sabato 6 luglio 2019

Info per il pubblico
È arrivata l’estate e, in questo periodo dell’anno, è importante assumere un’alimentazione corretta, evitando alcuni comportamenti che possono, alla lunga, crearci diversi problemi. Per avere un quadro corretto della situazione abbiamo incontrato la dott.ssa Giannina Percassi, dietista di Habilita, che ci ha fornito alcune indicazioni interessanti.

«Le diete – spiega la Dott.ssa Percassi – hanno le loro stagioni: in estate la natura ci offre frutta stuzzicante e rinfrescante e verdura che si può consumare anche cruda, non più sotto forma di minestroni e vellutate. Non ci riferiamo solamente alle mode del momento, quanto al fatto che, in estate, l’idea di provare a buttare giù quei chili di troppo o di mantenere una forma fisica ottenuta con sacrifici si fa più forte. Addirittura si pensa che in estate si “bruci” più calorie perché si suda ma il sudore è acqua (e non grasso) che viene subito reintegrata bevendo».

Quali sono i comportamenti da evitare?

«Fare il pasto di solo frutta – prosegue la Dott.ssa Percassi – non va sempre bene: melone, pesche, albicocche, ciliege etc.. sono buoni, sani e fanno bene al nostro corpo, possono saziare al momento ma possono provocare un fastidioso gonfiore addominale e le calorie non vanno al muscolo, per essere utilizzate come fonte energetica immediata, ma vanno al fegato dove il fruttosio viene difficilmente convertito in glicogeno, ma entra nel processo di deposito lipidico, quindi un surplus ne determina uno stoccaggio nelle riserve di tessuto adiposo».

Altri errori tipici di questo periodo dell’anno?

«Le insalatone sono un “must” in estate, ma è meglio evitare alcuni errori che le rendono troppo caloriche: Il formaggio non va sempre bene: purtroppo anche quello che si ritiene “magro” ha un apporto calorico rilevante e più se ne mette più le calorie aumentano; Aggiungere i sott’oli non adeguatamente scolati o tamponati provoca un importante incremento delle calorie a causa della qualità di olio scadente; Abbinare diversi alimenti (uova, mais, olive, tonno etc.) può essere un errore, perché potrebbero portare ad una cattiva digestione e gonfiore. Inoltre le calorie in eccesso possono eguagliare quelle di una piadina farcita con conseguente accumulo su pancia e/o fianchi».

Per saperne di più potete vedere l'intervista alla dottoressa Percassi cliccando sul link: https://youtu.be/Zspw0Djpej8