ANCHE IN PRIMAVERA NON TRASCURATE LA PELLE

mercoledì 11 aprile 2018

Info per il pubblico
La primavera è sinonimo di “risveglio, dato dal sole che porta luce e calore. Siamo perciò portati a spogliarci dai pesanti vestiti invernali, passare più tempo all’aria aperta ed esporci ai raggi solari. Ciò comporta che la cute, organo di confine con il mondo esterno, subisca direttamente queste variazioni ambientali.

«In questo periodo dell’anno assistiamo al rifiorire di patologie dermatologiche – illustra la dottoressa Gabriella D’Anna, dermatologa in Habilita Poliambulatorio San Marco a Bergamo – come la dermatite seborroica, la psoriasi, la dermatite atopica, solo per citare le più note, anche se non direttamente legate all’esposizione solare come invece possono esserlo: l’herpes simplex (chiamata generalmente anche febbre delle labbra) , il lupus eritematoso, il lichen ed altre dermatiti per fortuna più rare come l’orticaria solare e l’eruzione polimorfa. Dall’inizio della primavera è fondamentale effettuare fotoprotezione utilizzando creme protettive solari a SPF 50-30 per evitare il rischio di ustioni o il peggioramento del foto-invecchiamento cutaneo, molto diffuso nella popolazione e causa di tumori cutanei come il carcinoma basocellulare e spinocellulare. Fotodermatiti possono essere provocate anche dal contatto con sostanze che si trovano nei di profumi, deodoranti o creme dando reazioni irritative o allergiche».

Per leggere l'articolo completo clicca sul link: http://www.bergamonews.it/2018/04/10/arriva-la-primavera-parte-iii-quattro-professionisti-della-salute-spiegano-cosa-succede-al-nostro-corpo/279987/

Maggiori info


Terapie eseguite nei
seguenti centri