Attenzione ! Habilita utilizza i cookies.
Clicca qui per maggiori dettagli
Riabilitazione Neurosensoriale per SVP

Lo Stato Vegetativo (SV) è uno stato di vigilanza non responsiva che segue ad uno stato di coma, con recupero dell' apertura spontanea degli occhi, parzialmente del ciclo sonno-veglia e di alcune funzioni del sistema nervoso autonomo.
Lo SV è spesso una complicanza di un trauma cranico grave o di altre severe alterazioni del Sistema Nervoso Centrale, quindi è frequentemente il risultato di incidenti stradali, improvvisi arresti cardiaci od infortuni in ambienti di lavoro. Tradizionalmente nella definizione di SV si afferma che non c'è evidente risposta cerebrale cosciente agli stimoli, ma questo concetto è in continua evoluzione.

L' interesse della medicina riabilitativa nei confronti dei pazienti con gli esiti di un coma prolungato sta aumentando notevolmente negli ultimi anni, soprattutto a seguito dell' incremento dell' incidenza di gravi traumatismi cranio-encefalici. In passato tali pazienti avevano ridotte possibilità di sopravvivenza, mentre ora, per il miglioramento dei mezzi tecnologici e delle procedure cliniche, i 2/3 dei pazienti comatosi sopravvivono, seppur con gravi deficit neuromotori e neuropsicologici.
Per quanto riguarda le gravi cerebrolesioni acquisite (GCA) a maggior impatto disabilitante, in Italia si può ritenere che vi siano 10-15 nuovi casi all' anno/100.000 abitanti. Lo studio consente di applicare una tecnologia che promette risultati estremamente interessanti in termini di prognosi e quindi evolutività neurologica. Tale innovativa metodica può consentire inoltre di evidenziare la possibile correlazione tra la somministrazione di stimoli, anche non convenzionali, e le eventuali reazioni da parte dei pazienti in coma o in stato vegetativo o minimamente responsivo.
Un aspetto non secondario correlato alle patologie in oggetto è certamente costituito dagli aspetti psicologici dello staff di cura e dei famigliari: la metodica proposta consente di aumentare la consapevolezza circa le risorse messe a disposizione per la presa incarico, il monitoraggio, la stimolazione di tali pazienti. Inoltre l' implementazione in rete dei sistemi consente di monitorare con maggior precisione un ampio numero di pazienti, ottimizzando l' intervento e le risorse dello staff di cura.
 
L' Unità per Stati Vegetativi Persistenti della Casa di Cura Habilita accoglie 18 pazienti con gravi cerebro-lesioni acquisite (traumatismi e lesioni post-anossiche) provenienti dalle U.O. di Rianimazione e Neurochirurgia del territorio. La strumentazione scelta per questa ricerca è il sistema Neurowave di Khymeia Group. Neurowave è un sistema complesso di stimolazione multisensoriale e simultanea acquisizione di dati biofisiologici dei pazienti (come atti cerebrali, respiratori, cardiovascolari e muscolari) in stato vegetativo e di minima coscienza con un dettagliato ed automatico sistema di valutazione delle correlazioni tra stimolazione sensoriale e cambiamenti dello status del paziente misurabile attraverso il monitoraggio dei parametri fisiologici e neurologici.

 
In questo contesto è nato il  "Progetto Co.Re - Cognitive Responsivity", un progetto di ricerca in collaborazione con gli Ospedali Riuniti di Bergamo (ora HPG23), coordinato dal Dr. Emilio Ubiali, approvato dalla Regione Lombardia e finalizzato allo studio della risposta sensoriale in pazienti affetti da SVP.

 

 

CASA DI CURA HABILITA SPA

Via Bologna, 1 Zingonia di Ciserano - Bg

tel 035.4815511 - fax 035.882402  VAT 00765430160

Email: habilita@habilita.it  PEC: habilita@pec.habilita.it