Attenzione ! Habilita utilizza i cookies.
Clicca qui per maggiori dettagli
Servizio di Medicina Iperbarica

Tempi di attesa con Servizio Sanitario Nazionale (SSN)

I tempi di attesa in regime SSN fanno riferimento alle prestazioni erogate usufruendo dell’ impegnativa redatta dal medico su ricettario regionale, per le quali Habilita ha riservato spazi dedicati. L’assegnazione dell’appuntamento rispetta la normativa dei tempi di attesa.



Tempi di attesa in regime Privato Agevolato

I tempi di attesa in regime agevolato fanno riferimento alle prestazioni erogate in regime privatistico a tariffa calmierata. Habilita ha riservato spazi dedicati, senza possibilità di scelta del medico specialista.

Laddove non compare alcuna valorizzazione temporale, significa che la prestazione non viene erogata in regime agevolato.

Tempi di attesa in regime Privato 

I tempi di attesa in regime privato fanno riferimento alle prestazioni erogate in regime privatistico con la possibilità di scelta del medico specialista.

Laddove non compare alcuna valorizzazione temporale, significa che la prestazione non viene erogata in regime privato.
 

 
Elenco delle prestazioni erogabili in regime S.S.N., privato e/o agevolato
Prestazione S.S.N. Privato Privato Agevolato
Prima Visita 8 1
Terapia Iperbarica 34 6
 
Medico Responsabile dr. Pani Ugo

Dr. Ugo Pani

Senese di nascita ma bergamasco d'adozione, il dr. Pani vanta un'esperienza ultratrentennale nel campo di Anestesia e Rianimazione e della Medicina Iperbarica. Dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita a Milano, Pani si è specializzato in Anestesia e Rianimazione e, successivamente in Medicina Subacquea.
La sua esperienza professionale iniziò alla fine degli anni '70 presso la Sub Sea Oil Service di Zingonia (impianto di simulazione abissale), contribuendo così alla trasformazione delle camere iperbariche da uso subacqueo a uso medico-rianimatorio; è approdato poi presso gli Ospedali Riuniti di Bergamo e poi presso l'A.O. Bolognini di Seriate.
Pani ha inoltre collaborato con diverse scuole di specialità presso le Università degli Studi di Milano, di Padova e di Chieti, tenendo Corsi e Seminari di Medicina Iperbarica.

dr.ssa Cadeo Alessandra
dr. Capaccio Antonio
dr. Di Mauro Giovanni
dr. Ferani Roberto
dr. Gatti Roberto
dr.ssa Iolita Cecilia
dr. Kovacs Attila
dr.ssa Mazzocchi Michela
dr. Nava Giovanni
dr.ssa Pagani Monica
dr. Pagliari Gianpietro
dr. Serughetti Pietro
dr. Torcello Luca
dr. Valsecchi Paolo
dr.ssa Vanoli Cristina
dr. Villa Giambattista
dr.ssa Viscarra De La Torre Cecilia

Il Centro di Medicina Iperbarica di Zingonia iniziò il trattamento di pazienti con Ossigenoterapia Iperbarica (OTI) nel 1978. Da allora l'utilizzo di questo strumento terapeutico ha avuto crescente impiego non solo nel trattamento di urgenze e di patologie nelle quali l'OTI è riconosciuta come terapia salvavita, ma anche nel percorso ambulatoriale come complemento terapeutico per patologie infettive, vascolari, ortopediche e internistiche. Il Servizio di Medicina Iperbarica, collocato all'interno della Casa di Cura Habilita, è dotato di quattro impianti iperbarici multiposto con area dedicata all'Urgenza/Emergenza, unitamente ad un ambulatorio riservato esclusivamente alle medicazioni avanzate (ambulatorio di vulnologia).


L'ossigenoterapia iperbarica è una terapia incruenta attuata mediante respirazione di ossigeno puro a pressione superiore a quella ambientale, in camere iperbariche pressurizzate ad aria. La somministrazione di ossigeno, soprattutto in condizioni iperbariche, deve essere effettuata seguendo schemi terapeutici specifici per ogni tipologia, sufficienti a riattivare processi metabolici depressi senza indurre effetti collaterali da iperdosaggio.



Un medico specialista in Anestesia e Rianimazione è sempre presente nella struttura per tutto il periodo di permanenza del paziente con compiti di assistenza e di vigilanza. Infatti, la somministrazione di ossigeno, soprattutto in condizioni iperbariche, deve essere effettuata con schemi terapeutici, caratteristici per ogni patologia, che siano sufficienti a riattivare processi metabolici depressi senza indurre effetti collaterali da iperdosaggio.

Per la gestione dell'emergenza è prevista un'apposita area che comprende una sala attrezzata a terapia intensiva, dotata di una camera iperbarica ad apertura totale interamente riservata per casi di particolare gravità.

AZIONE DELL'OSSIGENO IPERBARICO
  • Fornisce O2 ai tessuti ischemici (deficit circolatorio o di trasporto)
  • Ha azione antibatterica diretta e indiretta
  • Ha azione antiedema (cerebrale, midollare, tissutale)
  • Ha azione antinfiammatoria, antireattiva
  • Determina vasocostrizione iniziale e successiva dilatazione reattiva
  • Facilita la proliferazione vascolare capillare e la rivascolarizzazione di aree ischemiche
  • Accelera la demarcazione fra tessuto certamente necrotico e quello ischemico recuperabile
  • Favorisce la produzione di collagene
  • Attiva l'osteogenesi e la deposizione di Ca
  • Modifica il bilancio prostaglandine
  • Aumenta la permeabilità della barriera ematoencefalica
COSA CURA L'OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA
(Delibera Regione Lombardia nr. VI/49305 del 31/03/2000)
  • Embolia gassosa arteriosa
  • Malattia da decompressione
  • Intossicazione da CO e da sostanze solfometaemoglobinizzanti
  • Gangrena gassosa
  • Infezioni da flora batterica mista
  • Gangrena umida delle estremità in diabetici
  • Sindrome da schiacciamento
  • Radionecrosi tissutale
  • Sordità improvvisa
  • Osteomielite
  • Trapianti o lesioni chirurgiche a rischio
  • Insufficienze vascolari
  • Fratture a rischio di scarso consolidamento
  • Algodistrofie post traumatiche e necrosi asettica
  • Patologie retiniche





Iscritto al Registro delle strutture accreditate alla Regione Lombardia al n° 706
Direttore Sanitario dr. Umberto Bonassi

CASA DI CURA HABILITA

via Bologna 1 - 24040 Zingonia di Ciserano - BG