SERVIZIO MEDICINA IPERBARICA

Il Servizio di Medicina Iperbarica, collocato all'interno della Casa di Cura Habilita, è operativo dal 1979.

È dotato di quattro impianti iperbarici multiposto con area dedicata all'urgenza/emergenza.

L'ossigenoterapia iperbarica è una terapia incruenta attuata mediante respirazione di ossigeno puro a pressione superiore a quella ambientale, in camere iperbariche pressurizzate ad aria. In tal modo si ottiene che una maggior quantità di ossigeno sia trasportato nel nostro sangue, e venga spinto dai capillari alle cellule con più facilità grazie alla maggior pressione alla quale viene a trovarsi nei capillari stessi.



I principi su cui si basa questa terapia derivano da leggi fisiche dei gas che regolano l'assorbimento e la diffusione tissutale, da principi di fisiologia e dalla conoscenza della farmacologia dell'ossigeno.

Infatti, la somministrazione di ossigeno, soprattutto in condizioni iperbariche, deve essere effettuata con schemi terapeutici, caratteristici per ogni patologia, che siano sufficienti a riattivare processi metabolici depressi senza indurre effetti collaterali da iperdosaggio.



Il personale specializzato è presente in camera iperbarica per tutto il periodo di permanenza del paziente con compiti di assistenza e di vigilanza della sicurezza. Tutte le operazioni che si svolgono all'interno sono controllate da operatori su un quadro di controllo e manovra.



Per la gestione dell'emergenza è prevista un'apposita area che comprende il laboratorio per esami d'urgenza ed una sala attrezzata a terapia intensiva, dotata di una camera iperbarica ad apertura totale interamente riservata per casi di particolare gravità.



AZIONE DELL'OSSIGENO IPERBARICO
  • Fornisce O2 ai tessuti ischemici (deficit circolatorio o di trasporto)
  • Ha azione antibatterica diretta e indiretta
  • Ha azione antiedema (cerebrale, midollare, tissutale)
  • Ha azione antinfiammatoria, antireattiva
  • Determina vasocostrizione iniziale e successiva dilatazione reattiva
  • Facilita la profilerazione vascolare capillare e la rivascolarizzazione di aree ischemiche
  • Accelera la demarcazione fra tessuto certamente necrotico e quello ischemico recuperabile
  • Favorisce la produzione di collagene e attiva l'osteogenesi e la deposizione di Ca
  • Modula il bilancio prostaglandine
COSA CURA L'OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA
(Delibera Regione Lombardia nr. VI/49305 del 31/03/2000)
  • Embolia gassosa arteriosa
  • Malattia da decompressione
  • Intossicazione da CO e da sostanze solfometaemoglobinizzanti
  • Gangrena gassosa
  • Infezioni da flora batterica mista
  • Gangrena umida delle estremità in diabetici
  • Sindrome da schiacciamento
  • Radiocrenosi tissutale
  • Sordità improvvisa
  • Osteomielite
  • Trapianti o lesioni chirurgiche a rischio
  • Insufficienze vascolari
  • Fratture a rischio di scarso consolidamento
  • Algodistrofie post traumatiche e necrosi asettica
  • Patologie retiniche
Direttore Sanitario Dr. Umberto Bonassi
Responsabile Servizio di Medicina Iperbarica Dr. Ugo Pani